las-chicas-de-talbot
Worshop

Collodio Umido

“IL COLLODIO UMIDO”
La valigia de Las chicas de Talbot
A cura di Las Chicas De Talbot

Las Chicas de Talbot si trasferiscono da Barcellona a Roma con la macchina fotografica a soffietto, lastre e camera oscura caricati in spalla per realizzare una giornata di lavoro in pubblico per mostrare le vicissitudini e i misteri della laboriosa tecnica del collodio umido.

Durante il festival vi invitiamo a scoprire l’alchimia fotografica nella nostra valigia dei ricordi.

DIMOSTRAZIONE PRATICA DELLA TECNICA DEL COLLODIO UMIDO

Il collodio umido è un processo fotografico della seconda metà del XIX secolo. Fu inventato nel 1851 da Frederick Scotch Archer; è una tecnica realizzata con macchina fotografica a lastre di vetro e caratterizzata per il suo grande potere di definizione.

PROGRAMMA DI LAVORO:

  • contesto storico del processo
  •  chimici: descrizione di tutti gli elementi chimici del processo e loro proprietà. Manipolazione, sicurezza e conservazione dei chimici
  • ricetta del collodio umido per la realizzazione di ambrotipi
  • preparazione del vetro e sensibilizzazione
  • esposizione delle placche, sviluppo, fissaggio e finitura

Altre informazioni su Internet:
http://www.laschicasdetalbot.blogspot.com
http://tallermilans.blogspot.com.es/2013/01/colodion-humedo.html


Quando: Sabato 1 Giugno (10:00/13:00 e 14:00/18:00)
Durata: 7 ore (3h, pausa pranzo, 4h)
Quota di sottoscrizione: 10€
Nr Partecipanti: 20 persone

Modalità d’iscrizione:
inviare una mail a orworkshop@inventati.org mettendo come oggetto “Collodio Umido” e indicando nel testo il vostro nome e telefono.


Bio

Las Chicas De Talbot
Gruppo di studio e di ricerca della tecnica del collodio umido.

Dal 2009 nel Taller Milans, spazio di creazione di arti plastiche situato nel quartiere gotico di Barcellona, si riunisce un gruppo di persone con un interesse comune per le differenti tecniche della fotografia chimica.

Dal gennaio 2012 si consolidano Las Chicas de Talbot, un collettivo che centra i propri studi nel collodio umido, una tecnica che risale alla metà del XIX secolo realizzata con una macchina di grande formato per lastre e caratterizzata da una grande definizione, in parte dovuta alla superficie liscia del vetro dove l’immagine si rivela.

A parte lo studio e la ricerca il gruppo ha come obiettivo condividere e diffondere questa tecnica attraverso workshop, dimostrazioni e uscite all’aria aperta.

Trackbacks / Pings

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>