casalbertone-3
Fase 1, Festival

Fase 1. Casalbertone bis

Per l’ultima tornata della Fase 1 2013, il Festival OR torna a Casalbertone con l’ultimo gruppo di esposizioni.

L’appuntamento per l’inaugurazione e la consueta visita guidata alle mostre è fissato per:

Venerdì 10 Maggio 2013 alle ore 18.30
Piazza Santa Maria Consolatrice
00159 Roma (Casalbertone)

Vi aspettiamo numerose e numerosi!
OR
PARTECIPA ESPONITI!

C.A.S.E

Aldo Frezza

Complessi Antisismici Sostenibili Ecocompatibili. Questo significa l’acronimno C.A.S.E., le “new town” cresciute nei dintorni di L’Aquila dopo il terremoto del 2009.

in mostra presso

Il Gelato di Nanni’
Via Domenico Cucchiari 27/29
00159 Roma

Costantinopoli delenda Est

Guido Iannuzzi

Kate è l’arma finale: quando viene impiegata nel territorio da “gentrificare/bonificare” è finita, non vi è più alcuna speranza, per la resistenza, di sovvertire l’esito della battaglia.

in mostra presso

Erboristeria l’Alternativa
Via Carlo Mezzacapo 4/6
00159 Roma

Photogenesis

Daniele Baldi, Luisa Baciarlini

La luce contrapposta alle ombre in un dialogare di pieni e vuoti, segni e superfici. I due autori, con percorsi e linguaggi diversi, giungono a un unico fine: valorizzare l’aspetto grafico dell’immagine per coglierne l’essenza. Ne nascono composizioni dal forte carattere pittorico, che lasciano trapelare un mondo introspettivo, intimo e suggestivo.

in mostra presso

Etnofonie Scuola di Musica
Via Giuseppe Perrucchetti 11
00159 Roma

Are you going with me?

Marco Mattia

Trovarmi in paesi lontani mi permette di svuotare la mente e vivere appieno momenti eterei che autorizzano i miei occhi a cercare di captare momenti di vita altrui, paesaggi e sprazzi di mondo che altrimenti rimarrebbero segregati solo nella mia misera memoria.

in mostra presso

Pizzeria Friggitoria Barboni Roberto
Via Antonio Baldissera 5
00159 Roma

Come un battito d’ali

Anna D’Elia

Una ricerca visiva per ridefinire il modo in cui si guarda il corpo, considerandolo come residenza di noi stessi.

in mostra presso

Ruins Pub
Via di Portonaccio 106
00159 Roma

Di Luce Bianca

Flavia Fasano

Mi sono fotografata perché non avevo nessun’altra cosa da fotografare, perché ho trascorso lunghi giorni di vuoto, di spazio, di sospensione, e avevo bisogno di capire cosa la vita stava producendo in me.

in mostra presso

Tintoria Giancarlo Campoli
Piazza Santa Maria Consolatrice 12a/b
00159 Roma

Stanze di rito

Ilaria Bartocci

Luoghi senza tempo, con una ritualità di secoli, gesti e azioni ripetuti e ripetendi. Pieni di suggestioni per me, dalla primissima infanzia, quando il frate parroco ci regalava le ostie, custodite nello stipetto di un mobile scuro, pieno di cassettini e sportelli dai contenuti segreti.

in mostra presso

Tintoria Giancarlo Campoli
Piazza Santa Maria Consolatrice 12a/b
00159 Roma

Quelli che stanno a casa

Martina Federico

Ti fai la doccia quando ti pare, stendi la lavatrice quando ne hai voglia, ti godi gli angoli domestici assolati, vai al supermercato il mercoledì alle undici di mattina, o prendi un tram semivuoto insieme ai pensionati il giovedì pomeriggio alle quattro.

in mostra presso

Chiosco fiori da Mustafa’
Via Cesare Ricotti snc
00159 Roma

Cosa resta

Alessia Finori

In questo lavoro parto dalle coincidenze, da ciò che può generare un percorso. Creo sequenze di un ricordo per cercare di fermarlo nel tempo. Elemento unificante la natura, vista come paesaggio infantile, quasi metafora di perfezione e purezza. Il corpo amplifica la percezione dei luoghi e registra le immagini nella memoria.

in mostra presso

Zona Rischio
Via di Pietralatella snc
00159 Roma

Radici

Roberta Candela

Il territorio da cui queste foto provengono è l’Irpinia, terra ricca di storie e tradizioni, suggestioni e colori, caratterizzata da monti imponenti e vallate ricche di corsi d’acqua dove le più antiche memorie enogastronomiche continuano a trovare terreno fertile.

in mostra presso

Zona Rischio
Via di Pietralatella snc
00159 Roma

Visual Photo Cards

2/paralleldoor/3

IL 75% dell’energia di tutto il mondo finisce in preparativi per la guerra: siamo forse al servizio della distruzione?!

in mostra presso

Strike spa
Via Umberto Partini 21
00159 Roma

C’era una volta

Floriana Iurato

Queste foto fanno parte di un lavoro realizzato in una casa colonica di Scicli, in provincia di Ragusa, in cui ho voluto far riaffiorare sogni e ricordi dell’infanzia trascorsa in Sicilia. Sono immagini che evocano l’armonia e la semplicità della cultura contadina, dei braccianti poveri e pazzi, ma sempre uniti e disposti a fare sacrifici per la famiglia.

in mostra presso

Bar L’Isola
Via Giuseppe Ricotti
00159 Roma

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>