mostre quarticciolo
Fase 1, Festival

Fase 1. Quarticciolo

OR si prepara a invadere un’altra zona della città!

Questa volta l’appuntamento è doppio, con i quartieri Quarticciolo e Alessandrino.

Il Quarticciolo era una delle borgate romane, nata tra gli anni Trenta e Quaranta e abitata in quel periodo soprattutto dagli immigrati del sud Italia e gli sfrattati dagli “sventramenti edili” operati da Mussolini nel centro di Roma.

Il toponimo Quarticciolo deriva dalla distanza del quartiere da piazza di Porta Maggiore (raggiungibile tramite la via Prenestina), pari a quattro miglia, e tutte le vie del quartiere sono dedicate ai luoghi di provenienza degli immigrati, ossia dalle cittadine della Puglia.

Tra il 1943 ed il 1945, con il Quadraro, Centocelle, Torpignattara ed il quartiere Alessandrino, il Quarticciolo fu protagonista della Resistenza contro l’occupazione tedesca di Roma.
Questa era così intensa che i soldati della Wehrmacht spesso rinunciavano ad addentrarsi per le vie della zona a causa delle continue scorribande partigiane.

L’appuntamento al Quarticciolo per l’inaugurazione della mostra insieme alle fotografe e ai fotografi che parteciperanno è:

venerdì 19 aprile ore 16.30
presso la Biblioteca Quarticciolo (Via Castellaneta, 10).

Scarica la mappa delle mostre in alta definizione da qui.

Vi aspettiamo numerose e numerosi!
OR
PARTECIPA ESPONITI!

L’io, l’interno, l’esterno

AA.VV (Laboratori Visivi)

Attraverso le declinazioni della fotografia concettuale, del reportage, e della foto di paesaggio, si articola un’indagine sul rapporto tra essere umano e spazio interno/esterno. Un rapporto fatto di conflitti tutti interni all’io molteplice, o al contrario proiettati verso un esterno ostile e estraneo.

in mostra presso

Circolo Bocciofilo “La Sorgente”
Via Conversano 9

Oniriche

Laura Pujia

Alcuni dettagli di uno scatto impresso su pellicola scaduta, già oggetto di una manipolazione non controllata che rende i colori quasi irreali, vengono ricomposti in sequenza in un trittico, dalle forme dissolte, quasi onirico.

in mostra presso

Pizzamania
Viale Palmiro Togliatti 960

La speranza di una vita diversa

Irene Angelino

Ho incontrato una donna che portava in spalla il figlio in un asciugamano e lo teneva stretto per non allentarlo e quando ho scattato mi ha chiesto di aiutarla per il latte.

in mostra presso

Caffè Maurizi
Via Molfetta 26

Tiburtina’s Valley

Collettivo Missviluppo 2.0

Premere dei bottoni in una delle tante sale slot con la speranza di cambiare vita sta diventando una pratica sempre più diffusa.

in mostra presso

Barbiere Rimarchi
Via Ostuni 4 (Primo Lotto)

Esocarpo

Flora Contoli

Esocarpo, nome scientifico che indica la buccia dei frutti, è un piccolo reportage domestico dedicato a mio padre e alle sue sculture che da più di vent’anni, realizza con le bucce delle arance.

in mostra presso

Biblioteca Quarticciolo
Via Castellaneta 10

Il mondo di Alice

Paola Longo Dilina

Immagini leggibili come fasi di un passaggio attraverso le deformazioni che Lewis Carrol fece vedere alla giovane fanciulla divenuta ormai una leggenda.

in mostra presso

Biblioteca Quarticciolo
Via Castellaneta 10

Same same, but different!

Clemens Rendl

Sei in un negozietto turistico in Taliandia. Il commesso sta elogiando i suoi prodotti, dicendo: “Same, same, but different!” (È la stessa cosa, è la stessa cosa, ma è diverso!), lasciando intendere che il suo Rolex falso è forse lo stesso oggetto che hai visto in altri negozi, ma è comunque migliore.

in mostra presso

Biblioteca Quarticciolo
Via Castellaneta 10

De-Generazioni, diritti immaginati

Gianpiero Tebano

C’erano una volta, in questo paese, dei lavori che prevedevano dei diritti. Non erano lavori perfetti e non garantivano diritti completi, naturalmente. Eppure oggi, di molti di quei diritti, resta solo l’immagine.

in mostra presso

Bar Girasole
Via Manduria 13-15

Tango

Alessandro Trapani

Quando indossare le scarpe equivale a servire l’aperitivo dell’esibizione.

in mostra presso

Circolo Bocciofilo “Stella Azzurra”
Via Ugento 30

Street stories

Paolo Contucci

Esco sempre con la mia macchina fotografica, è quasi un gesto naturale , istintivo. Non ho in mente un progetto, un’ idea ben precisa. Mi lascio trasportare dall’energia della strada che ha sempre una storia da raccontare se sei pronto ad aprire i tuoi occhi.

in mostra presso

Conad Supermercato
Via Conversano snc (angolo con Via Trani)

Inchiesta sociale: i nuovi romani

Giorgia Calisi

Come è cambiato il nostro contesto lavorativo e sociale? Ne è un esempio Roma, una città ormai multietnica e piena di mille sfumature. Attraverso vicoli, strade e piazze, si apre una città che ha modificato i suoi connotati e i suoi profumi.

in mostra presso

Conad Supermercato
Via Manduria

Palazzi a metà

Claudia Sordi

Il progetto nasce nel 2009 quando ho avuto la prima reflex tra le mani, percorrendo tante ore al giorno le strade di Roma. Ho sentito la necessità di sviluppare un tema sul concetto di appartenenza ai ruoli sociali come forma di rappresentanza o di essenzialità. I palazzi come strutture rappresentano la concretezza.

in mostra presso

Conad Supermercato
Via Manduria

Fronte del Porto

Fabio Moscatelli

Fronte del Porto è un’occupazione abitativa del coordinamento cittadino di lotta per la casa. Dal Giugno 2003 abitano nell’ex magazzino dell’ Aeronautica circa 80 famiglie provenienti da tre continenti. Nuove famiglie si sono formate, alcune sono andate via, altre sono cresciute ed altre non hanno retto lo sforzo; perché nonostante tutto non è facile

in mostra presso

Associazione “Età libera”
Via Ugento 9

Il viaggio di Piero

Veronica Leffe, Miriam Di Domenico, Benedetta S. Torchia

Non era stata la solita brezza a sollevarlo più in alto. Lo muoveva un soffio, caldo, come il ricordo di un respiro.

in mostra presso

Associazione “Età libera”
Via Ugento 9

Popcorn sul divano

Silvia D’Alessandro

Lavoro autobiografico incentrato sull’incontro/scontro di due caratteri, due modi di pensare e organizzare ciò che la realtà ci sottopone.

in mostra presso

Art&Stop
Via Cerignola 30

Fammi Spazio

Sara Armondi, Alessandra Dinatolo

Ogni giorno un uomo si sveglia sapendo che dovrà guadagnarsi una parte di spazio all’interno del suo quotidiano, per lasciarne la propria impronta.

in mostra presso

Pizzeria “Lo Stuzzichino”
Piazza Oria 11

Non è un paese per vecchi

Gianluca Modica

“Non è un paese per vecchi”, per “Inside Out Project”, è un progetto di street art e fotografia. Per non cadere nella retorica stiamo cercando di dimostrare che nonostante le mancanze e le difficoltà nel nostro paese, cosi come nel mondo, le persone, se unite possono creare e diffondere idee e pensieri che portano a riflettere ed agire direttamente nel tessuto sociale e nei costumi.

in mostra presso

Leonardi Divani
Viale Palmiro Togliatti 908

Inconvenzionalmente riflessi

Serena Panzini

Riflessi più o meno convenzionali negli occhi, nell’acqua, nella città, che spesso passano inosservati nonostante la loro forte presenza.

in mostra presso

Bar Damù
Via Castellaneta 8

L’Italia accanto

Carlo Moccaldi

L’Italia Accanto è una mostra che sintetizza quattro anni di lavoro accanto e ‘dentro’ le comunità di origine straniera. E’ un racconto della diversità vicina ma spesso sconosciuta.

in mostra presso

Circolo Bocciofilo “La Sorgente”
Via Conversano 9

Trackbacks / Pings

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>