Laura Isaia. Obiettivi. Sogno o scudo ?
Anteprima

Galleria Laura Isaia. Obiettivi. Sogno o scudo ?

Lo so, quello che sto per darti in mano è un tiro a bersagli, me lo dicono tutti, ma io ci vedo solo un sogno. Forse perché, nello scantinato dei miei pensieri vi ho trovato solo il cerchiosenza le freccette e quindi senza le armi. È così che ci si sente spesso: senza armi. Forse perché io non scaglierei mai una freccia contro nessuno(bugia). Forse perché vorrei che nessuno fosse il bersaglio di qualcosa o di qualcuno(vero).

Antiche civiltà usarono archi e frecce come strumento di offesa. Negli anni trenta in Italia sotto il regime fascistail tiro con l’arco,fu la disciplina concessa alle donne della Giovane Italia. Io non voglio offendere nessuna civiltà. Io vorrei difendere tutte le donne senza colpire un uomo e sono antifascista e antirazzista per natura. In un bel sogno non potrebbe essere diversamente!
Quindi dove voi vedete un bersaglio io ci vedo un obiettivo un sogno una decisione una difesa mai un offesa.

Il progetto ha la pretesa di raccogliere l’intimità di un’attesa. Di misurare lo spazio che separa il sogno dal sognatore, di fermare quel frammento di tempo interposto tra un desiderio, un obiettivo intangibile e uno dimostrabile.

Non vedrete frecce ma solo “cicale operose”, pensieri ben vestiti, anime nude o strade dolose.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>